logo1 logo2
"Paese mè, 'n te pozze mai scurdà ...".Le semplici, toccanti parole della celeberrima canzone popolare abruzzese "Paese mè", del M.o Antonio Di Jorio, sono l'espressione più genuina per descrivere il profondo ed indissolubile vincolo affettivo che lega ogni uomo, per tutta la sua esistenza, al paese natio.

Questo sito è dedicato a tutti gli abruzzesi che vivono lontano dalla loro terra e si propone, per quanto possibile, di offrire loro le immagini più significative dei luoghi in cui hanno visto la luce e mosso i primi passi.
     
  beb  
     
     
     
     
 
Prata d'Ansidonia (846 m. s.l.m.)
 
Prata d'Ansidonia
 

Prata D'Ansidonia (846 m. slm) è un antichissimo borgo di circa 550 abitanti situato sull'altopiano d'Ansidonia, lungo la vallata dell'Aterno, quasi a metà strada tra l'area del Parco Nazionale del Gran Sasso-Monti della Laga e il comprensorio del Parco Regionale Sirente-Velino.

Il paese sorse sulle rovine dell'antica Peltuinum e in epoca augustea fu Municipio, Colonia e Prefettura Romana. Gli fu attribuito il nome di Prata in virtù degli enormi prati presenti nella zona.

Nella duecentesca chiesa parrocchiale di S. Nicola di Bari è custodito un pregevole ambone del 1240 proveniente dalla suggestiva chiesa di S. Paolo di Peltuinum (XII sec.), che sorge ai margini del sito archeologico di Peltuinum. A qualche chilometro dai resti della città romana sorge lo scenografico borgo medievale fortificato di Castelcamponeschi (o castello di Prata), edificato intorno al XII secolo.

Chiesa di San Paolo di Peltuinum
(Da cartellonistica Regione Abruzzo - Settore Turismo)
La chiesa, edificata nella prima metà del XII secolo e successivamente ampliata un secolo dopo, sorge ai margini dell'antica Peltuinum ed è caratterizzata dal diffuso utilizzo di materiale classico di recupero per la realizzazione delle murature. La pianta è a navata unica, con transetto che funge da presbiterio, senza abside, e con insolite archeggature sulle pareti perimetrali.
La facciata è caratterizzata dalla parte centrale leggermente aggettante che include il semplice portale sormontato da un piccolo rosone a ruota con otto colonnine e altrettante arcatelle, uno degli esempi più antichi del genere. L'attuale terminazione a timpano appare come una operazione attuata successivamente anche se in epoca imprecisata.

Peltuinum
(Da cartellonistica Regione Abruzzo - Settore Turismo)
Lungo uno dei percorsi tratturali dell'Italia appenninica si ergono le rovine dell'antica Peltuinum. Tra la metà del I secolo a. C. e la prima metà del secolo successivo la città conobbe un massiccio intervento edificatorio di cui restano consistenti tracce. Attraversata in senso est-ovest da un importante asse viario quale la via Claudia Nova, era circondata da imponenti mura, intervallate da torri. Entrando dalla porta ovest si raggiunge lo splendido tempio, forse dedicato ad Apollo, inserito all'interno di un recinto sacro porticato.
La terrazza sottostante è occupata dal teatro, che in parte sfrutta il pendio della collina, in parte è costruito in elevato, con le gradinate per gli spettatori rivolti verso la vallata che ancora oggi funge da sfondo di uno scenario suggestivo e accattivante.

Castelcamponeschi
(Da cartellonistica Regione Abruzzo - Settore Turismo)
L'insediamento, ormai abbandonato, è arroccato in suggestiva posizione sul colle antistante a Prata d'Ansidonia. Parte del territorio dell'antica città di Peltuinum, il borgo venne potenziato dai Camponeschi tra il 1173 e l'epoca segnata dal dominio federiciano; proprietà di potenti casate quali gli Orsini, l'insediamento venne infine lasciato ai contadini locali che vi si stabilirono fino agli anni '50 del XX secolo.
Da recenti lavori ed opere di scavo è emerso che la parte interna alle possenti mura, turrite presso l'area di accesso al borgo, era totalmente edificata e caratterizzata da due edifici di rilievo: la chiesa di San Paolo e il palazzo che la fronteggia. Il borgo murato, in virtù dei notevoli accorgimenti difensivi che lo connotano, della splendida collocazione ambientale ed anche per un diffuso riutilizzo di elementi lapidei tratti dalla vicina Peltuinum, rappresenta un esemplare unico non solo nell'area aquilana ma nell'intera regione.

Photogallery (Clicca su una foto per aprirla - Click one image to open it)
(Se non riesci ad aprire la galleria perchè nel tuo pc non è ancora installato JavaSun, scarica la versione gratuita del programma direttamente dal sito Java)
Prata d'Ansidonia thumbs/01_P1050356+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/02_P7048202+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/03_P7048206+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/04_P1050381+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/05_P1050380+.jpg
Prata d'Ansidonia thumbs/06_P7048227+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/07_P1050390+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/08_P1050372+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/09_P1050355+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/10_P1050338+.jpg
Prata d'Ansidonia thumbs/11_P1050342+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/12_P7048136+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/13_P1050343+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/14_P7048029+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/15_P7048112+.jpg

Il borgo medievale fortificato di CASTELCAMPONESCHI(o castello di Prata, XII sec.)

Prata d'Ansidonia thumbs/16_P1050387+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/17_P1050349+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/18_P1050347+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/19_P7048196+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/20_P7048179+.jpg
Prata d'Ansidonia thumbs/21_P7048166+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/22_P1050357+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/23_P7048189+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/24_P1050361+.jpg Prata d'Ansidonia thumbs/25_P7048198+.jpg
Prata d'Ansidonia
Utility
 
animeteo Previsioni meteo

Hotels & ristoranti  Hotels & Ristoranti

 
 
 
 
 
 
PROVINCIA DI L'AQUILA: Acciano; Aielli; Alfedena; Anversa degli Abruzzi Ateleta Avezzano Balsorano Barete Barisciano Barrea Bisegna Bugnara Cagnano Amiterno; Calascio Campo di Giove Campotosto Canistro; Cansano; Capestrano; Capistrello; Capitignano; Caporciano; Cappadocia; Carapelle Calvisio; Carsoli; Castel del Monte; Castel di Ieri; Castel di Sangro; Castellafiume; Castelvecchio Calvisio; Castelvecchio Subequo; Celano; Cerchio; Civita d'Antino; Civitella Alfedena; Civitella Roveto; Cocullo; Collarmele; Collelongo; Collepietro; Corfinio; Fagnano Alto; Fontecchio; Fossa; Gagliano Aterno; Gioia dei Marsi; Goriano Sicoli; Introdacqua; L'Aquila; Lecce nei Marsi; Luco dei Marsi; Lucoli; Magliano dè Marsi; Massa d'Albe; Molina Aterno; Montereale; Morino; Navelli; Ocre; Ofena; Opi; Oricola; Ortona dei Marsi; Ortucchio; Ovindoli; Pacentro; Pereto; Pescasseroli; Pescina; Pescocostanzo; Pettorano sul Gizio; Pizzoli; Poggio Picenze; Prata d'Ansidonia; Pratola Peligna; Prezza; Raiano; Rivisondoli; Roccacasale; Rocca di Botte; Rocca di Cambio; Rocca di Mezzo; Rocca Pia; Roccaraso; San Benedetto dei Marsi; San Benedetto in Perillis; San Demetrio nè Vestini; San Pio delle Camere; San Vincenzo Valle Roveto; Sant'Eusanio Forconese; Sante Marie; Santo Stefano di Sessanio; Scanno; Scontrone; Scoppito; Scurcola Marsicana; Secinaro; Sulmona; Tagliacozzo; Tione degli Abruzzi; Tornimparte; Trasacco; Villalago; Villa Sant'Angelo; Villa Santa Lucia degli Abruzzi; Villavallelonga; Villetta Barrea; Vittorito.
© Copyright Viaggio in Abruzzo.it - All rights reserved

Valid XHTML 1.0 Transitional

CSS Valido!

  verbottom