logo1 logo2
"Paese mè, 'n te pozze mai scurdà ...".Le semplici, toccanti parole della celeberrima canzone popolare abruzzese "Paese mè", del M.o Antonio Di Jorio, sono l'espressione più genuina per descrivere il profondo ed indissolubile vincolo affettivo che lega ogni uomo, per tutta la sua esistenza, al paese natio.

Questo sito è dedicato a tutti gli abruzzesi che vivono lontano dalla loro terra e si propone, per quanto possibile, di offrire loro le immagini più significative dei luoghi in cui hanno visto la luce e mosso i primi passi.
     
  beb  
     
     
     
     
 
Caporciano (836 m. s.l.m.)
Pagina provvisoria
Caporciano/0223Image0012-560x220.jpg
 

L'antico borgo fortificato di Caporciano (popolazione comunale circa 270 abitanti) sorge, a 836 m. di altitudine, su un colle situato sul versante occidentale del suggestivo altopiano di Navelli.

La strategica posizione del recinto fortificato della frazione Bominaco, il cui primo impianto risale al XII secolo, consentiva di dominare un'ampia porzione di territorio attraversato dal percorso tratturale sull'altopiano. Il grande tratturo che da L'Aquila conduceva a Foggia, giungeva all'antica Peltuinum, tra Prata d'Ansidonia e S. Pio delle Camere, considerate le "campora" dei pascoli estivi e sorvegliate dai prospicienti recinti fortificati di Caporciano e S. Pio, oltre che da quello più imponente di Barisciano. Dell'originaria struttura fortificata rimane a nord la torre principale, che oggi funge da campanile della chiesa madre di S. Benedetto, presidio più avanzato dell'antica cinta che si estendeva verso sud. Sono ancora riconoscibili, anche se trasformate in locali abitativi, altre tre torri rompitratta e sono rimaste pressoché integre due porte di accesso al borgo.

Poco distante dal nucleo abitato si trova la piccola chiesa agreste di S. Pietro (IX-XII sec.), che all'interno conserva uno splendido ciborio di stile gotico e numerosi affreschi.

La vicina frazione di Bominaco, città d'arte, conserva, oltre al citato castello (o recinto fortificato), altre due 'perle' di immenso valore quali la splendida abbazia romanica di S. Maria Assunta (XII sec.), nel cui interno si conservano autentici capolavori come l'ambone (1180), la cattedra abbaziale (1184), il candelabro, il ciborio e l'altare (tutti datati 1223), e lo straordinario oratorio di S. Pellegrino, fondato da Carlo Magno ma riedificato nelle formi attuali nel 1263, che mostra le pareti e la volta coperte interamente da un magnifico ciclo di affreschi del XIII secolo, con episodi della vita di Cristo.

Con una camminata di una ventina di minuti da Bominaco si raggiunge il suggestivo Santuario rupestre di S. Michele Arcangelo, dove i fedeli vedono nelle forme della roccia le impronte lasciate dal passaggio del Santo.

Il castello di Bominaco
(Da cartellonistica Regione Abruzzo - Settore Turismo)
Le vicende del castello sono strettamente connesse alla vita del monastero di Momenaco con le superstiti chiese di S. Maria Assunta e di S. Pellegrino.
Il manufatto presenta un recinto trapezoidale scandito da torri quadrate e, nel punto in cui il trapezio si restringe, la cinta muraria si conclude con una torre cilindrica che si inserisce nel più ampio sistema di comunicazioni visive con altre fortificazioni presenti sul territorio.
Caratteristica è l'assenza di strutture di collegamento verticale che fa supporre un accesso ai piani superiori per mezzo di scale retrattili.

Bominaco - Chiesa di Santa Maria Assunta e Oratorio di S. Pellegrino
(Da cartellonistica Regione Abruzzo - Settore Turismo)
I due manufatti sono quanto resta dell'antico complesso conventuale ormai scomparso. La chiesa di S. Maria Assunta, nella attuale configurazione, è databile non prima degli inizi del XII secolo: la pianta è a tre navate, con colonne e tre absidi denunciate esternamente; la facciata, semplice e austera con un solo portale, è cuspidata al centro ed include un campanile elevato nel 1940. Internamente si conservano capolavori come l'ambone e la cattedra abbaziale del 1180, fatta costruire dall'abate Giovanni. L'oratorio di San Pellegrino, costruito nel 1263 e di chiara infuenza cistercense, è ad aula unica con volta a botte acuta, scandita da quattro archi di rinforzo. Di notevole pregio è il ciclo degli affreschi sulla vita di Cristo, disposti su tre ordini sovrapposti, con la rappresentazione del Calendario ad uso liturgico della comunità.
Photogallery (Clicca su una foto per aprirla - Click one image to open it)
(Se non riesci ad aprire la galleria perchè nel tuo pc non è ancora installato JavaSun, scarica la versione gratuita del programma direttamente dal sito Java)
Caporciano-photogallery/thumbs/01-0223Image0012.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/02-2004_0223Image0006+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/03-P7048276+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/04-P5305558+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/05-castello_bominaco_019+.jpg
Caporciano-photogallery/thumbs/06-Immagine_044+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/07-Immagine_045+.jpg aporciano-photogallery/thumbs/08-P5305568+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/09-P5305559+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/10-P5305586+.jpg
Caporciano-photogallery/thumbs/11-P5305590+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/12-0223Image0017+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/13-castello_bominaco_023+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/14-P5305582+.jpg Caporciano-photogallery/thumbs/15-P1180227+.jpg
Caporciano
Utility
 
animeteo Previsioni meteo

Hotels & ristoranti  Hotels & Ristoranti

Manifestazioni ed Eventi

puntogoldDomenica di Pasqua: Pasqua a Caporciano;

puntogold8 Maggio e 29 Settembre: Festa di S. Michele Arcangelo;

puntogoldNotte del 23 Giugno: Fuochi di S. Giovanni;

puntogold29 e 30 Giugno: Festa di S. Pietro e S. Benedetto;

puntogold1^ Domenica di Settembre: Festa della Madonna Addolorata, con fiaccolata notturna per le vie del borgo.

 
 
 
 
 
PROVINCIA DI L'AQUILA: Acciano; Aielli; Alfedena; Anversa degli Abruzzi Ateleta Avezzano Balsorano Barete Barisciano Barrea Bisegna Bugnara Cagnano Amiterno; Calascio Campo di Giove Campotosto Canistro; Cansano; Capestrano; Capistrello; Capitignano; Caporciano; Cappadocia; Carapelle Calvisio; Carsoli; Castel del Monte; Castel di Ieri; Castel di Sangro; Castellafiume; Castelvecchio Calvisio; Castelvecchio Subequo; Celano; Cerchio; Civita d'Antino; Civitella Alfedena; Civitella Roveto; Cocullo; Collarmele; Collelongo; Collepietro; Corfinio; Fagnano Alto; Fontecchio; Fossa; Gagliano Aterno; Gioia dei Marsi; Goriano Sicoli; Introdacqua; L'Aquila; Lecce nei Marsi; Luco dei Marsi; Lucoli; Magliano dè Marsi; Massa d'Albe; Molina Aterno; Montereale; Morino; Navelli; Ocre; Ofena; Opi; Oricola; Ortona dei Marsi; Ortucchio; Ovindoli; Pacentro; Pereto; Pescasseroli; Pescina; Pescocostanzo; Pettorano sul Gizio; Pizzoli; Poggio Picenze; Prata d'Ansidonia; Pratola Peligna; Prezza; Raiano; Rivisondoli; Roccacasale; Rocca di Botte; Rocca di Cambio; Rocca di Mezzo; Rocca Pia; Roccaraso; San Benedetto dei Marsi; San Benedetto in Perillis; San Demetrio nè Vestini; San Pio delle Camere; San Vincenzo Valle Roveto; Sant'Eusanio Forconese; Sante Marie; Santo Stefano di Sessanio; Scanno; Scontrone; Scoppito; Scurcola Marsicana; Secinaro; Sulmona; Tagliacozzo; Tione degli Abruzzi; Tornimparte; Trasacco; Villalago; Villa Sant'Angelo; Villa Santa Lucia degli Abruzzi; Villavallelonga; Villetta Barrea; Vittorito.
© Copyright Viaggio in Abruzzo.it - All rights reserved

Valid XHTML 1.0 Transitional

CSS Valido!

  verbottom