logo1 logo2
"Paese mè, 'n te pozze mai scurdà ...".Le semplici, toccanti parole della celeberrima canzone popolare abruzzese "Paese mè", del M.o Antonio Di Jorio, sono l'espressione più genuina per descrivere il profondo ed indissolubile vincolo affettivo che lega ogni uomo, per tutta la sua esistenza, al paese natio.

Questo sito è dedicato a tutti gli abruzzesi che vivono lontano dalla loro terra e si propone, per quanto possibile, di offrire loro le immagini più significative dei luoghi in cui hanno visto la luce e mosso i primi passi.
     
  beb  
     
     
     
     
 
Montefino (352 m. s.l.m.)
 
Montefino
 
For English version click on the flag English

Montefino (352 m. slm. e circa 1.200 abitanti dislocati nell'intero territorio comunale) e’ posto su un colle che domina da nord il percorso del fiume Fino, nel territorio antico dei Sabini adriatici e della successiva colonia di Hatria.

Il suo nome medievale era Mons Siccus (Monte Secco). Non si hanno per ora documentazioni sulla presenza di insediamenti italici o romani nell’area di Montefino, ad esclusione del ritrovamento di un breve tratto basolato stradale antico "presso il fiume Fino" probabilmente appartenente al tracciato longitudinale pedemontano Roma, Teramo, Monte Giove, Bisenti e Penne con raccordo con il tratto della via Cecilia di Hatria-Pinna, sotto Castilenti. Questo tracciato sul corso del Fino fu poi riutilizzato dal Regio Tratturo tardo-medievale di Frisia-Rocca di Roseto, una delle direttrici principali della pastorizia transumante orizzontale, che collegava l’Abruzzo adriatico con la Puglia. Pur tuttavia c’e da evidenziare che probabilmente nelle vicinanze doveva sorgere una villa rustica di eta’ romana data la presenza del percorso stradale e il corso del fiume: da evidenziare un toponimo prediale come "Colle Marciano" che potrebbe attestare un romano fundus Marcianus, ma anche una chiesa dedicata a San Marciano. La prima menzione medievale del paese e’ di eta’ normanna, 1150-1167, con la menzione di un castellum della Contea di Penne, Montis Sicci, feudo di mezzo milite (circa 65 abitanti) tenuto da Trasmondo di Colle Madii per conto del Conte Roberto Aprutio. L’incastellamento di Montefino viene poi citato, come Mons Siccus, nel Diploma di Carlo I d’Angio’ del 1273. Successivamente, nel 1454, Mons Siccus diventa feudo degli Acquaviva, feudatari che restaurano le fortificazioni murarie e curarono le quattro chiese citate in documenti dell’epoca. Nell’ anno 1506 Montesecco e’ citata fra i possessi del vescovato di Teramo, mentre nel secolo XVII ci sono documenti in cui si cita Monte Secco e una vicina frazione detta "La Villa Bozza".

Photogallery (Clicca su una foto per aprirla - Click one image to open it)
(Se non riesci ad aprire la galleria perchè nel tuo pc non è ancora installato JavaSun, scarica la versione gratuita del programma direttamente dal sito Java)
Montefino_photogallery/thumbs/01-PA037720+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/02-PA037725+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/03-P1010777+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/04-P1010720+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/05-P1010765+.jpg
Montefino_photogallery/thumbs/06-P1010729+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/07-P1010748+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/08-P1010735+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/09-P1010752+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/10-P1010731+.jpg
Montefino_photogallery/thumbs/11-P1010717+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/12-P1010755+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/13-P1010756+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/14-P1010721+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/15-P1010739+.jpg
Montefino_photogallery/thumbs/16-P1010746+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/17-P1010759+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/18-P1010754+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/19-PA037713+.jpg Montefino_photogallery/thumbs/20-P4124654+.jpg
Montefino
Utility
 
animeteo Previsioni meteo

Hotels & ristoranti  Hotels & Ristoranti

Manifestazioni ed Eventi

puntogold12 Maggio: Festa della Madonna del Carmine

puntogold13-16 Luglio: Festa della Madonna del Carmine

puntogoldDal 29 Settembre al 2 Ottobre: Festa gemellaggio con Aiterhofen (Baviera)

 
 
 
 
 
© Copyright Viaggio in Abruzzo.it - All rights reserved

Valid XHTML 1.0 Transitional

CSS Valido!

  verbottom